BIOGRAFIA

Attilio Vaccari è un pittore figurativo italiano che vive e lavora a Roma.

Nato nel 1956 a Scido nella provincia di Reggio Calabria, si trasferisce giovanissimo con la famiglia in Liguria, a Bordighera, dove studia presso l’Accademia d’Arte Riviera dei Fiori, fondata dal pittore Giuseppe Balbo.

Degli anni della formazione resta traccia nelle sue opere che colpiscono per la qualità tecnico-pittorica e nelle quali riaffiorano alla memoria le suggestioni ispirate dal mare, dai fiori e dai colori della riviera ligure.

Bordighera, la città delle palme, dalla seconda metà del XIX secolo attira pittori post-impressionisti en plain air, interessati al rapporto luce/colore e alla rappresentazione naturalistica e paesaggistica.

Attilio ha acquisito dalla tradizione bordigotta l’aspetto costitutivo del colore infatti costruisce le sue figure partendo dal colore e non dal disegno.

Giunto a Roma alla fine degli anni Settanta frequenta l’Accademia della Moda e del Costume di Piazza Navona, continua a dipingere e ad esporre presso la Galleria Albatros di via del Babbuino. Tuttavia la creatività di Attilio è destinata ad affermarsi in altro modo: grazie al suo entusiasmo e al suo talento creativo entra a far parte dello staff dello stilista Valentino e ciò sancisce l’inizio della sua carriera nell’alta moda. Infatti dopo aver lavorato come stilista free lance e dopo aver vissuto per qualche tempo in Canada, una volta rientrato a Roma, inizia una lunga e proficua collaborazione con il giovanissimo stilista Gai Mattiolo che dura finora.

L’estro artistico di Attilio costantemente stimolato dalla sua professione creativa e supportato da una solida base intellettuale viene qui mostrato per la prima volta in una personale. È un’espressione d’arte autonoma da modelli di riferimento che si inserisce nella tradizione pittorica dei grandi maestri del passato.